Generalmente quando si parla di location da matrimoni, si fa riferimento a ville sul lago o sul mare o a lussuosi hotel. Ma non solo… Che ne dite di una location davvero alternativa ma allo stesso tempo affascinante? Oggi vi parlo di una mia particolare coppia di sposi che ha scelto Santa Caterina Valfurva, un gioiello incastonato nelle Alpi, come luogo perfetto per il loro matrimonio in alta quota. Ed è proprio qui, con le maestose e scenografiche montagne sullo sfondo, che Antonella e Dario hanno pronunciato le loro promesse nella neve. Un vero sogno!

L’arrivo della sposa è andato oltre ogni aspettativa e ha lasciato parenti e amici- ma soprattutto lo sposo- a bocca aperta: nessuna auto ovviamente né tantomeno una carrozza, bensì una slitta trainata da meravigliosi esemplari di Husky. Terminata la cerimonia, toccante e profonda, gli sposi, entrambi appassionati sciatori professionisti e in abiti tradizionali, sono stati omaggiati dai loro ospiti con il “saluto degli sci”, su modello del famoso saluto delle spade.

Dopo alcune foto di rito nella neve, gli sposi e i loro invitati hanno gustato un ottimo aperitivo e hanno sorseggiato vini d’annata in una location d’eccezione: un igloo, la tipica casetta di ghiaccio. La cena invece è stata servita all’interno di una baita, dove hanno dominato il legno e il colore bianco delle rose e dei lisianthus, ottimo richiamo alla candida neve, senza dimenticare la pioggia di candele che ha scaldato i cuori e l’atmosfera di festa.. Cibo tradizionale e tipicamente montano, tante chiacchere e vino hanno animato una bellissima giornata piena d’amore, di gioia e di bellezza.

Per ringraziare i loro ospiti, Antonella e Dario hanno offerto deliziosi confetti e una particolare bomboniera, molto apprezzata da parenti e amici: una candela realizzata su misura con la paraffina e un fiocco verde.

Che dire? Un matrimonio davvero suggestivo, che mi è restato nel cuore…